fbpx
You are here
Home > Attualità > Mahmood e il suo nuovo video-singolo Inuyasha

Mahmood e il suo nuovo video-singolo Inuyasha

Reading Time: 2 minutes

#Inuyasha  @Mahmood_Music

Una ballad che parte da lontano ovvero dall’idea che Mahmood ha sempre avuto di sé.

Torna dunque con  Inuyasha  l’artista che in pochissimo tempo ha collezionato 14 dischi di platino, 5 dischi d’oro e oltre 500 milioni di streaming. grazie anche alla sua “Soldi”, canzone che è entrata nella storia della musica leggera italiana.

Inuyasha si ispira ad un celeberrimo personaggio dei Manga al quale Mahmood cerca di assomigliare nel videoclip che è uscito in concomitanza con la pubblicazione del singolo.

Un altro centro per l’artista italo-egiziano che da tempo collabora don Dardust.

Ecco il testo del nuovo singolo di Mahmood che in meno di due giorni ha già collezionato circa 500 mila visualizzazioni:

Quando mi dici addio tu mi spezzi il cuore
arrivare ad alzare le mani
non mi piace più
se litighiamo in mezzo ad altre persone
non ha senso chiedere agli amici
chi ha la ragione

Se per te non vale un cazzo chi siamo
oggi per me noi valiamo
più di uno shanghai
se ti chiedo come stai
la verità brucia in faccia
come la cicatrice di Inuyasha
non so più come
stiamo ancora in piedi

Non sarò mai uno di quei rich kid
mi vedi e lo capisci
stare con me ti sembrerà
come planare sui go kart
lo ammetto
che non ho fatto di tutto
per dirti in faccia che oramai
dire addio non vuol dire che è la fine

Metterò il peggio di me
dentro a una crisalide
per non farti più male
se lo farai anche te

Passare tutti i giorni insieme fa paura
dirti che voglio stare solo
è difficile

La gente ti parla, poi ti ama
vuole tutto, poi ti spara
preferisco te a chi mi mente
scopare in giro non mi lascia niente

Non sarò mai uno di quei rich kid
mi vedi e lo capisci
stare con me ti sembrerà
come planare suI go kart
lo ammetto
che non ho fatto di tutto
per dirti in faccia che oramai
dire addio non vuol dire che è la fine

Metterò il peggio di me
dentro a una crisalide
per non farti più male
se lo farai anche te

Penso qua sopra al muretto di casa
come ho fatto
a credere che alla mia età
si possa andare avanti senza perdono
perché di sputarsi in faccia
in piazza Duomo non mi va

Dammi, dammi, dammi un
motivo per non fare
danni, danni, danni
queste più che parole
son drammi, drammi, drammi e
fanculo se spari me

Non sarò mai uno di quei rich kid
mi vedi e lo capisci
stare con me ti sembrerà
come planare su go kart

Metterò il peggio di me
dentro a una crisalide
per non farti più male
se lo farai anche te

Se lo farai anche te.

Print Friendly, PDF & Email
Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: