Articoli recenti

Articoli recenti

Advertising

Banner ad

Tweets

Something went wrong with the twitter.

Subscribe

Subscribe to our newsletter for useful tips and valuable resources.

About

Cultura, Spettacolo, Attualità, Arte a 360°. Questo il senso di una testata giornalistica libera in quanto indipendente che spende il proprio tempo cercando di valorizzare ciò che è bello. La bellezza è in ogni campo, tuttavia tende a nascondersi ed è per tale motivo che richiede una attenta ricerca che passa, in primis, per l’ascolto.

Newspage – Allinfo (nr. iscrizione 3/11 presso il Tribunale di Vallo della Lucania -SA- è il Magazine del progetto Allinfo, il portale di Mediazione Creativa ideato da Giovanni Pirri (Editore) e diretto da Maria Cuono, giornalista pubblicista.

Le Interviste di Giovanni Pirri | MISSINCAT e la sua formula segreta

Le Interviste di Giovanni Pirri |  MISSINCAT e la sua formula segreta
Reading Time: 3 minutes

MISSINCAT, pseudonimo di Caterina Barbieri  è una cantautrice italiana che ha raggiunto il successo in Germania, dopo essersi trasferita a Berlino.
Compone  tutta la sua musica e oltre ad essere polistrumentista è anche produttrice.
L’ho intervistata per saperne di più.

Se è vero che la vita è un susseguirsi di porte che si aprono e si chiudono, con persone che a volte ti aiutano a passare mentre altre ti negano l’accesso… qual è la formula segreta di Caterina aka MISSINCAT?
Ehehe non ho una formula segreta, forse il segreto è accettare che ognuno ha il suo percorso e che non tutte le porte si apriranno quindi ogni tanto tocca cambiare direzione. Non casca il mondo, anzi magari si scopre qualcosa di ancora più valido.

Sei una cantautrice, polistrumentista e produttrice di origini milanesi che nel 2007 è andata a vivere Berlino. Che peso ha avuto il tuo passaggio oltre confine e quanto ha influito sulla tua attività artistica?
Sono sempre stata attratta da una scena più internazionale e quindi il passo di uscire dall’Italia è stato quasi naturale, la maggior parte della mia carriera si è sviluppata qui (sono qui da 15 anni).

Come è nata l’idea del nome d’arte?
Ero alla ricerca di uno pseudonimo che contenesse in parte il mio nome. 

Calling your Name fa parte di un progetto composito: una canzone, un libro. Che occasione personale è per te? Per fare il punto e andare oltre o per ribadire ciò che per te è importante?“Calling your name” fa parte del mio nuovo lavoro di cui i pezzi continueranno ad uscire nei prossimi mesi. A dicembre faremo uscire un libro di canzoni che invece ripercorre un po’ tutti i miei dischi dal 2009, per l’esattezza due singoli per disco per un totale di 12 pezzi, accordi e testi, con foto anche inedite e tanti piccoli aneddoti. Un regalo per i miei fan di sempre e per me che sto iniziando a dimenticare gli accordi dei mei pezzi! 

Quali sono le canzoni che hai scelto e se ciascuna ha un significato ben preciso?
Singoli che siano facili da suonare in spiaggia con la chitarra o al piano.

Oltre a cantare componi musica. Che momento è per te quello compositivo?
Compongo tutta la mia musica, canto e compongo…nello stesso momento, a volte scrivo solo musica ma raramente, di solito la voce in qualche modo accompagna la composizione.
A meno che non stia componendo musica strumentale anche se anche in quel caso a volte canticchio le melodie che poi saranno archi o chitarre…

Componi musica strumentale anche per il cinema. Qual è il tuo rapporto con la settima arte?
Amo guardare i film, amo le storie e i personaggi, mi piacciono quelli complessi e mi piacciono le storie complicate.

Sei anche produttrice di te stessa ma anche per altri. Per ricevere è importante anche dare?
Sicuramente, amo mettere la mia esperienza a servizio di altri. Così come altri hanno fatto con me.

Chi stai producendo al momento?
Sto lavorando su un progetto strumentale non posso dire tanto ma presto ne saprete di più.

Un ricordo a te molto caro e pensi sia stato determinate per fare il lavoro che stai facendo?
A chi ti senti di dover dire grazie?
Ho due amici che mi hanno spinto a prendere delle decisioni che sono state determinanti per la mia carriera, senza le quali non sarei qui. Loro lo sanno, ringrazio loro.

E…
Scopri quello che ti rende felice e cerca di farlo diventare il tuo lavoro

di Giovanni Pirri

Print Friendly, PDF & Email

admin

Leggi anche

Leggi anche x

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: