fbpx
You are here
Home > Attualità > Le interviste di Allinfo.it | Niccolò Pagliai aka Gemelli si racconta aspettando il suo Live @ #DALPALCODICASAMIA

Le interviste di Allinfo.it | Niccolò Pagliai aka Gemelli si racconta aspettando il suo Live @ #DALPALCODICASAMIA

Reading Time: 3 minutes

#DALPALCODICASAMIA #IORESTOACASA #niccolopagliai

Niccolò Pagliai che ha da poco scelto di chiamarsi Gemelli ha trent’anni quasi compiuti e tanta ecletticità da mostrare tenendo sempre bene a mente che il talento è un valore ed al tempo stesso una responsabilità. Niccolò si esibirà live in streaming Martedì 24 Marzo 2020 a partire dalle ore 21:30, per il progetto #DALPALCODICASAMIA che aderisce all’iniziativa #IORESTOACASA.

Di seguito l’intervista che ci ha regalato pr parlarci un po’ più di se stesso.

Niccolò noi ci conosciamo già da un po’. L’occasione giusta è stato il Premio Bruno Bottiroli del 2019 che, tra l’altro, ti ha visto vincere un premio importante nella categoria inediti. Che esperienza è stata?

Il premio Bruno Bottiroli è stata una esperienza bellissima perché ho conosciuto dei collaboratori che, poi, sono diventati importanti. E’ stata una esperienza che consiglio caldamente a tutti perché, oltre ad una lato artistico, c’è anche un lato umano dietro a questo concorso. E non è scontato. Quindi, io penso che sia uno dei pochi concorsi in cui il vero talento venga premiato. E questo per me è un particolare fondamentale e di cui tener conto..

Tante esperienze, tante attenzioni le tue, rivolte all’arte: alla musica come al cinema. Possiamo dire che un artista è la risultante di contesti e circostanze particolari, a volte non ripetibili?

Beh un artista è la risultante di contesti e circostanze particolari ma non irripetibili. Perché secondo me un artista è una persona con un proprio carattere, con una personalità
che si può ripetere in contesti diversi.
Anche se, secondo me il vero artista è sempre se stesso e arriva alle persone a prescindere dalla circostanze, dal luogo, dal teatro.

Nel tuo modo di essere artista qual è l’elemento che più conta?
E la determinazione che ruolo gioca ?

Nel mio modo di essere artista conta la sostanza. Io non sono tanto per l’apparenza: grandi locandine, grandi luoghi se dietro non c’è verità.
Perché verità e sostanza sono le componenti per la riuscita di qualsiasi impresa.
Quanto alla determinazione è, altrettanto importante.
Perché nessuno viene a bussare a casa tua. Sei sempre tu che devi procurarti i tuoi traguardi.

Hai partecipato di recente ad una esperienza romana che celebra il cantautorato italiano. Che effetto ti ha fatto entrare tra le mura del Folkstudio (Teatro Arciliuto)?

Entrare tra le mura del Folk Studio è stata una esperienza veramente bella perché, dopo tanto tempo, ho trovato un palco dove mi tremavano le gambe. Un luogo dove sei tu con la tua voce, davanti alle persone che ti stanno quasi ad un metro, tanto da sentirne il respiro.
E se non hai qualcosa da dire proprio da un palco così rischi di essere mangiato.
E’ stata una esperienza che ripeterei sempre. Sono sempre in cerca del contatto con le persone.

Fare musica per te è far fede ad una responsabilità?

Fare musica è una responsabilità per tanti motivi: nei confronti di un pubblico che viene a vederti e magari paga un biglietto; perché devi far passare il messaggio che ti prefiggi al meglio.  Può essere anche essere un’arma a doppio taglio.

Quali sono i tuoi progetti nell’immediato?
Quali i tuoi progetti per il futuro, post covid-19?

I miei progetti nell’immediato riguardano la chiusura di un disco , visto che sono a casa a causa del Covid-19. Sto ultimando le ultime musiche e le ultime storie da raccontare perché è necessario concentrarsi sul racconto di quello che si vuole far arrivare di sé.
Intanto sto pensando pure a nuove collaborazioni e a nuove cover, anche se rimango costantemente aperto al nuovo perché sono una persona che si vive molto alla giornata.

Che peso dai ad eventi come quelli che stanno cambiando il nostro modo di vivere?
Una opportunità creativa per te oppure una sciagura?

Noi siamo abituati male. Oramai ci spostiamo da Milano a Cagliari in pochissimo e a poco prezzo e gli eventi di questo periodo che ci stanno tenendo a casa, da una parte sono molto pesanti, in fondo siamo spiriti liberi, dall’altra parte però ti offrono la possibilità di riflettere, di conoscere te stesso e di apprezzare le piccole cose che si danno per scontato.
Una sciagura sicuramente non è. Anzi. E’ una grande opportunità.

di Giovanni Pirri

#DALPALCODICASAMIA | Niccolò Pagliai aka Gemelli Live 24 MARZO

#DALPALCODICASAMIA | Niccolò Pagliai aka Gemelli Live 24 MARZO

Gepostet von Dal Palco di Casa Mia am Samstag, 21. März 2020

 

Print Friendly, PDF & Email
Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: