fbpx
You are here
Home > Attualità > GIANNI SCIAMBARRUTO | Fuori ALLE CORDE

GIANNI SCIAMBARRUTO | Fuori ALLE CORDE

Reading Time: 3 minutes

IL PRIMO ALBUM DA SOLISTA DEL CHITARRISTA E COMPOSITORE TARANTINO Feat Simone Carrino

Dall’opera italiana alla tradizione folkloristica sudamericana, passando per il romanticismo spagnolo. Dieci classici rivisitati e arrangiati per riscoprire l’autenticità e le sonorità della chitarra classica.

<< Ho condensato in questo primo lavoro, il mio percorso formativo e stilistico: dalla musica classica alla mia personale scoperta delle tradizioni popolari. La scelta delle tracce è focalizzata a presentarmi>>.

E’ uscito domenica 28 marzo, in versione cd e in digitale, “alle Corde…”, il nuovo album da solista del chitarrista e compositore Gianni Sciambarruto, che propone dieci classici moderni della tradizione popolare, rivisitati in una chiave ricercata ma al contempo fruibile. Dall’opera italiana alla tradizione folkloristica sudamericana, passando per il romanticismo spagnolo: un appassionante viaggio trasportati dalla chitarra classica del compositore tarantino che unisce la musica classica alle tradizioni popolari nel mondo.

 << L’intenzione è di promuovere la chitarra classica come uno strumento completo – racconta Sciambarruto – Il mio primo album rappresenta sicuramente un passo importante e, in un certo senso, un punto di svolta della mia vita artistica. Ho condensato in questo primo lavoro il mio percorso formativo e stilistico: dalla musica classica alla mia personale scoperta delle tradizioni popolari. La scelta delle tracce è focalizzata a presentarmi. Tutti i brani cercano di coprire al completo lo spettro stilistico della mia identità>>.

Un amalgama di mondi lontani, dall’idea di creare un ponte tra differenti culture. Un repertorio popolare dalle sonorità intime, capace di adattarsi nei diversi stili musicali, senza mai perdere di espressività.

<< La forte connotazione popolare non poteva che essere esaltata dall’ausilio del tamburello, strumento musicale ideale per suggerire le mie origini salentine  continua Sciambarruto – La partecipazione di Simone Carrino ai tamburelli ha dato vita a nuovi spunti creativi ed ancor più accentuato la forte natura popolare del mio stile, elegantemente irradiato da luce nuova, volta alla sperimentazione>>.

TRACKLIST:

1.      La Danza – G. Rossini (2:54)
2.      Spanish Capriccio – M. Colonna (2:59)
3.      Recuerdos de la Alhambra – F. Tárrega (4:00)
4.      Asturias – I. Albéniz (6:15)
5.      Indifference – T. Muréen (3:11)
6.      Tango en skaï – R. Dyens (2:14)
7.      la Catedral – A. Barrios (4:01)
8.      Czardas – V. Monti (3:51)
9.      Brasileirinho – W.     Azevedo (2:02)
10.  Tico tico no Fubà – Z. de Abreu (3:15) 

Crediti:  Chitarra: Gianni Sciambarruto | Tamburelli: Simone CarrinoFoto Copertina: Violetta Petrelli | Grafica: Gianni Sciambarruto

Prosegue l’autore: “ Nell’album alle Corde…”,ho voluto tracciare un percorso trasversale che ha inizio in Italia con “la Danza” di Rossini, una tarantella arrangiata da me, sintesi perfetta fra cultura popolare e colta. A seguire  un omaggio obbligato alla tradizione spagnola con i celebri “Asturias” e “Recuerdos de la Alhambra”, che suggeriscono meravigliose immagini del folklore iberico, per poi approdare in Sud America ed in particolare in Brasile, con  il celebre “Tico-Tico e Brasileirinho”. Due arrangiamenti dai ritmi vivaci e dalle sonorità esotiche che si prestano perfettamente alle corde della chitarra in America latina, particolarmente rappresentativa dell’essenza pura della propria Cultura. Il repertorio è vastissimo. Frutto dell’opera di contaminazione di tanti compositori moderni e contemporanei>>.

L’uscita dell’album è stato anticipato, il 15 marzo, dal videoclip “la Catedral” (Agustín Barrios), realizzato dal regista Giuseppe Calamunci Manitta, il quale ha saputo bilanciare sapientemente dinamismo e tonalità morbide con sfumature nostalgiche di altri tempi, tipiche della città di Lecce, luogo dove è stato girato il video.

Il video, è stato diffuso sul canale YouTube di Gianni Sciambarruto, anticipando così l’uscita dell’album “alle Corde…” , registrato, mixato e masterizzato al Perfect Wave Studio di San Giorgio Jonico (TA), nella produzione di Cosimo Galoppa.

<< La collaborazione con Gianni Sciambarruto – racconta il produttore Cosimo Galoppa – è nata nel 2017 con il progetto di musica afro-brasiliana YARÁKÄ. Con il gruppo abbiamo registrato il loro primo album, distribuito dall’etichetta discografica Love University Record. Collaborazione proseguita negli anni, sia con gli Yarákä che con lo stesso Sciambarruto, affiancandolo anche per lavori di mix e di mastering su musiche per film e cortometraggi da lui stesso composte.

Nell’ultimo anno, durante il periodo di lockdown, il musicista ha avuto modo di riarrangiare per chitarra vari brani di musica classica, con la particolarità di affiancare il tamburello salentino suonato con tecnica moderna da Simone Carrino, altro musicista con cui ho avuto il piacere di collaborare in passato.

Visto il repertorio molto fruibile, vista la particolare bravura di Sciambarruto sullo strumento, vista la mia propensione naturale al genere etnico e classico, gli ho proposto di produrre il suo album. E’ nato così l’album “alle Corde…”. Un album variegato, fruibile e mai stancante all’ascolto.

Principale metodo di recording utilizzato durante la registrazione dell’album: la presa diretta. Tecnica che consiste nel riprendere i due musicisti in contemporanea durante la registrazione, in modo da offrire la sensazione di massimo inter-play nell’esecuzione, senza però tralasciare la ripresa di tutti i minimi dettagli. L’utilizzo di macchine analogiche in fase di mix e mastering ha reso, poi, gustoso ed emozionante e mai piatto l’ascolto dell’intero album>>.

Registrazione e Mix: Cosimo Galoppa c/o Perfect Wave Studio (San Giorgio Jonico – TA)
Mastering: Cosimo Galoppa c/o Perfect Wave Studio (San Giorgio Jonico – TA)
Gestione e Distribuzione del Supporto Digitale: Cosimo Galoppa – Distributore Soundrop
Distribuzione Supporto Fisico: Cosimo Galoppa – Gianni Sciambarruto

Print Friendly, PDF & Email
Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: