fbpx
You are here
Home > GDPR Conformità Newsletter
Reading Time: 3 minutes

Conformità al GDPR
Regolamento generale sulla protezione dei dati e plugin per newsletter

Il regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) è stato adottato il 27 aprile 2016 e entrerà in applicazione il 25 maggio 2018: si tratta di una nuova serie di leggi che regolano sia il modo in cui comunichi, interagisci e memorizzi i dati dei clienti che quelli potenziali per qualsiasi europeo cittadini degli stati membri. Inoltre introduce alcune modifiche sostanziali al modo in cui siamo abituati a trattare i dati personali fino ad ora.

Abbiamo già ricevuto molte domande dai nostri utenti in merito a questo argomento, che possono essere sintetizzate in: “La newsletter sarà pienamente conforme al GDPR?”. Per farla breve: sì, e in questo articolo cercheremo di coprire tutti gli aspetti cruciali dell’utilizzo del nostro plugin nel nuovo regolamento. Una breve nota prima di iniziare: mentre il GDPR usa il termine “dati del soggetto”, per chiarezza useremo qui invece “dati del sottoscrittore”.

Accordo sul trattamento dei dati

Il plug-in della newsletter memorizza i dati degli iscritti nel database di Allinfo e non trasferisce alcun dato all’azienda che fornisce questo strumento. Quindi non hai bisogno di un DPA con noi. Maggiori informazioni sull’accordo sul trattamento dei dati.

Che cosa sono i dati degli abbonati?

Tutti i concetti espressi all’interno del GDPR si basano sulla nozione di “dati personali”. La definizione fornita dal nuovo regolamento è piuttosto rigorosa: “Qualsiasi informazione che potrebbe essere utilizzata, da sola o in combinazione con altri dati, per identificare un individuo”.
In Newsletter, memorizziamo molte informazioni sugli abbonati: dall’indirizzo e-mail al nome, cognome e IP. Ovviamente, ciò non è di per sé vietato, ma dovrai dire ai tuoi utenti esattamente di cosa tieni traccia e perché lo stai facendo. La parola da portare a casa qui è trasparenza, a partire dal primo passo: consenso.

Come la newsletter tratta il consenso

Uno degli aspetti più importanti del nuovo regolamento è il modo in cui l’utente fornisce il consenso e come conservarlo. Per semplificare, devi essere completamente sicuro di ciò a cui i tuoi abbonati danno il consenso durante il processo di abbonamento.

Il consenso è qualsiasi atto affermativo che un abbonato fa durante l’invio dei suoi dati, se chiaramente e correttamente informato. La casella di controllo della privacy non è strettamente richiesta, ma è necessario disporre di un collegamento alla pagina della politica sulla privacy. È possibile utilizzare anche la configurazione del campo di privacy per aggiungere tale avviso.

Maggiori informazioni sul consenso su Come ottenere il consenso con il plug-in Newsletter e “Richiedi nuovamente la conferma ai tuoi contatti”. Caso speciale: ottenere il consenso per gli abbonati importati.

Prova del consenso

Per conservare la prova del consenso degli utenti è obbligatorio con le nuove regole del GDPR. In Newsletter, quando un utente cambia profilo, attivando un elenco specifico, potrebbe fornirti un consenso specifico, ad esempio per inviare e-mail di marketing. La newsletter offre una funzione di registrazione che registra ogni cambiamento che l’abbonato esegue sul suo profilo e ciò che ha cambiato con un timestamp.

Quali dati memorizza la newsletter

Oltre al nome e all’indirizzo e-mail, il nostro plugin può raccogliere altri dati se sono stati creati campi del profilo extra. Ancora più importante, la Newsletter raccoglie gli indirizzi IP al momento dell’abbonamento e ogni volta che un utente esegue un’azione sulle newsletter, se il tracciamento è attivo. Ip sono utilizzati per varie funzionalità, dal tracciamento alla geolocalizzazione.

Per quanto tempo la newsletter conserva i dati degli abbonati?

Uno dei requisiti del GDPR è che rendi i tuoi abbonati consapevoli di quanto tempo manterrai i loro dati sui tuoi server e di dichiararli chiaramente nella tua pagina di T&C. Il motivo alla base di ciò è evitare di conservare dati o informazioni di contatto obsoleti, di cui non si può essere certi dell’affidabilità.
All’interno della newsletter, puoi gestire questi requisiti in due modi:

puoi eliminare tutti gli abbonati con uno stato che li rende irraggiungibili: rimbalzati, non iscritti, non confermati e così via.
puoi eliminare tutti gli abbonati che non hanno interagito con te in un intervallo di tempo specificato.

L’esecuzione periodica di queste azioni ti aiuta a mantenere pulito il tuo elenco ed evitare di perdere abbonati preziosi. Puoi trovare queste opzioni nel menu Abbonati> Manutenzione all’interno della Newsletter.

Per ulteriori informazioni sull’eliminazione degli abbonati obsoleti e su come consolidare puoi contattarci direttamente

Your Name (required)

Your Email (required)

Subject

Your Message

Per utilizzare CAPTCHA, deve essere installato il plugin Really Simple CAPTCHA.

Print Friendly, PDF & Email
Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: