fbpx
You are here
Home > Attualità > 18 Regali la commovente storia dell’amore di una madre per la figlia.

18 Regali la commovente storia dell’amore di una madre per la figlia.

Reading Time: 3 minutes

I protagonisti di 18 regali sono Vittoria Puccini (nel ruolo di Elisa), Edoardo Leo (nella parte di Alessio) e Benedetta Porcaroli (Anna diciottenne).
Vittoria Puccini nel ruolo di Elisa Girotto ha convinto e commosso anche il pubblico in sala al Cine Teatro De Filippo di Agropoli.

Non deve essere facile interpretare una madre in stato interessante che viene a conoscenza del suo terribile male al seno e di non riuscire a sua volta a crescere sua figlia Anna (Benedetta Porcaroli).

18 regali, ispirato ad una storia vera, lascia tutti senza parole, un’emozione indescrivibile che entra nel cuore degli italiani e di chi scrive.

Vittoria Puccini è madre anche nella vita e con la sua grande professionalità si è calata alla perfezione nel ruolo. La sua è un’ottima interpretazione e il suo personaggio le è stato cucito addosso “a pennello” tale da sembrare proprio lei Elisa Girotto, la madre coraggio, trevigiana, che nel 2017 commosse l’Italia decidendo di  accompagnare la figlia fino alla crescita donandole 18 regali, uno per ciascuno dei suoi  compleanni.

Aspettare un figlio è già un dono del Signore e scoprire di non riuscire a crescerlo, (a causa di un destino che a volte sa essere molto crudele), può portare una madre nella più completa disperazione fino al punto di lasciarsi andare e a non riuscire a vedere un futuro per il proprio figlio.

18 regali, il film interpretato da Vittoria Puccini, Benedetta Porcaroli ed Edoardo Leo, vuol accendere un lume di speranza in tutte le madri ammalate e in tutti i figli cresciuti senza il calore materno.

Si, perché crescere senza una madre è qualcosa di terrificante e si portano i segni di tutta una vita fatta di sofferenza, di dolore.
Anna (Benedetta Porcalori), a ogni suo compleanno si vede arrivare i regali di sua madre ma appare arrabbiata dalla sua essenza ignorando che cosa sia successo in realtà il giorno della sua nascita. Ma poi il padre (Edoardo Leo) le fa capire che sua madre Elisa non ritornerà più.
Al suo diciottesimo compleanno arriva l’ultimo regalo ma Anna scappa e fa un terribile incidente che la porta nel passato. Si ritrova con sua madre incinta e da lì scopre che sua madre ha un tumore al seno.

L’incontro fra una madre è una figlia è qualcosa di meraviglioso. Ti senti amato, protetto.
Elisa ignorando che Anna sia sua figlia la porta con sé per l’acquisto dei doni a sua figlia che presto verrà alla luce.
Elisa accontenta Anna nelle scelta dei regali proprio come succede nella realtà, nel vivere quotidiano di ogni genitore che cerca di accontentare il proprio figlio in tutto senza fargli mancare niente. Si proprio come una madre che sonda il terreno per il futuro del proprio figlio.
Anna svela, poi, a sua madre di essere sua figlia…Ma c’è una scena in 18 regali che lascia completa in lacrime in quanto mette in risalto l’impotenza di un figlio nel cercare di salvare la propria madre. Anna sta per svegliarsi dal coma e non riesce a stare vicino a sua madre fino al giorno della nascita della bambina.

Come vi dicevo, qui si mette in evidenza l’impotenza, il non poter fare più nulla per una madre che sta facendo un lungo viaggio senza più ritorno. Non poterle stare più accanto è qualcosa di struggente che ti logora dentro e vorresti urlare, piangere ma purtroppo non c’è più niente da fare.
18 regali, ha commosso, ci ha fatto piangere. Insomma ci è molto piaciuto. Complimenti a tutta la squadra per la riuscita di questo capolavoro.

18 regali di Francesco Amato
Con Vittoria Puccini, Benedetta Porcaroli, Edoardo Leo

di Maria Cuono

 

Print Friendly, PDF & Email
Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: